Équipe Baraldi - Grossi - Senatore

Clementina Baraldi | 349 8307647 | cleba66@hotmail.com
Marialuisa Grossi | 338 8474127 | mareligio@alice.it
Azzurra Senatore | 340 6330577 | azzurra.senatore@gmail.com
via lattanzio 56 - 20137 Milano (MM Lodi) - c/o studio "L'intreccio"

Dove siamo

via lattanzio 56 Milano (MM Lodi)



I Responsabili

Clementina Baraldi

Psicologa psicoterapeuta, si occupa di disturbi ansiosi ed emotivi.

Dal 2006 al 2009 ha svolto attività clinica presso il Centro di Disturbi d’Ansia e dello Spettro Ossessivo-Compulsivo dell’Ospedale San Raffaele–Turro.

Dal 2009  lavora presso il Dipartimento di Neuroscienze Cliniche di Villa San Benedetto Menni (Como) e presso il Centro Europeo per i Disturbi d’Ansia ed Emotivi di Milano.

Dal 2013 co-terapeuta di piccoli gruppi di bambini e adolescenti con focus sulle abilità sociali e emotive. Terapeuta EMDR.

Marialuisa Grossi

Psicologa psicoterapeuta sistemico relazionale, lavora con l’età evolutiva dal 1987.
Dal 2005 si occupa di diagnosi e presa in carico di bambini e famiglie con disturbi complessi dello sviluppo. 
Ambiti di lavoro perinatalità e depressione post partum anche con l’utenza migrante. Terapeuta EMDR.

Azzurra Senatore

Psicologa psicoterapeuta, si è occupata di violenza alle donne dal 2005 al 2015 come terapeuta e facilitatrice di gruppi di auto-aiuto presso il Centro Antiviolenza Cerchi d’Acqua.

Dal 2009 lavora come psicologa presso la UONPIA dell’Ospedale San Carlo Borromeo di Milano  per i disturbi dell’età evolutiva e dell’adolescenza, attualmente presso l’ambulatorio per i disturbi dell’alimentazione 0-10 anni dell’Ospedale Sacco.

Terapeuta EMDR.


Siamo un gruppo di psicologhe psicoterapeute formate all’approccio relazionale sistemico della scuola “Mara Selvini”, ciascuna con percorsi ed esperienze professionali in realtà differenti.

Insieme dal 2010, integriamo nel lavoro d’équipe le nostre competenze specialistiche, allargando lo sguardo a modelli e approcci clinici distinti e complementari (cognitivo comportamentale, EMDR, corporeo, psicodinamico, transculturale), per una presa in carico che tenga conto dei differenti bisogni dell’individuo e della famiglia nella situazione di disagio.